Il primo quotidiano sulla sostenibilità nel retail
Aggiornato al

Alfa Laval sarà partner tecnologico per il primo progetto al mondo di carbon capture end-to-end a bordo delle navi

Green Retail  - Alfa Laval sarà partner tecnologico per il primo progetto al mondo di carbon capture end-to-end a bordo delle navi

L'azienda porterà al progetto competenze tecnologiche e ingegneristiche per aiutare a comprendere le sfide e le opportunità dell'implementazione della tecnologia di cattura del carbonio sulle navi.

Questo progetto rappresenterà un altro grande passo avanti verso la roadmap di decarbonizzazione di Alfa Laval.

Alfa Laval collabora con il Centro globale per la decarbonizzazione marittima (GCMD), l'Oil and Gas Climate Initiative (OGCI), Stena Bulk e altri importanti attori del settore energetico e marittimo, per avviare un progetto biennale di dimostrazione cattura del carbonio a bordo della nave su larga scala. Il progetto ReMarCCAbLE (Realising Maritime Carbon Capture to dimostrare la capacità di ridurre le emissioni) è il primo progetto al mondo volto a dimostrare la cattura di carbonio end-to-end a bordo delle navi. Il consorzio composto dai sette membri testerà un'unità di cattura del carbonio a bordo di una nave cisterna Stena Bulk MR per valutare le sfide operative su una nave in mare e identificare potenziali misure di riduzione dei costi per future applicazioni commerciali. Il successo del progetto ReMarCCAbLE rappresenta un potenziale per accelerare la diffusione commerciale della tecnologia di cattura del carbonio a bordo delle navi entro il 2026.

La professoressa Lynn Loo, Ceo di GCMD, afferma: “GCMD è orgogliosa di convocare un forte gruppo di parti interessate per sperimentare una delle soluzioni a medio termine necessarie ad aiutare il settore navale a decarbonizzare. Il progetto ReMarCCAbLE è in linea con gli obiettivi di GCMD di ridurre le barriere all'adozione in modo che il trasporto marittimo internazionale possa soddisfare o superare gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra dell'Organizzazione marittima internazionale (IMO) per il 2030 e il 2050. Non vediamo l'ora di collaborare con Alfa Laval in questo settore e consentire l’avvio di pilot”.

Un passo avanti verso la decarbonizzazione

Alfa Laval ha preso parte a progetti e studi di test sulla cattura del carbonio in passato e il progetto ReMarCCAbLE aiuterà ad ampliare ulteriormente le sue conoscenze in questo campo. Facendo parte di questo prestigioso progetto, Alfa Laval mira a esplorare il potenziale della tecnologia per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione, valutare la validità delle ipotesi tecniche formulate durante lo studio di fattibilità svolto dal consorzio e analizzare le sfide di integrazione e funzionamento di montaggio e utilizzare la tecnologia durante la navigazione.

Sameer Kalra, Presidente della Divisione Marine di Alfa Laval afferma: "Dal momento che la produzione di combustibili a zero emissioni di carbonio su scala richiederà del tempo, vediamo la cattura di carbonio unita a combustibili a basse emissioni di carbonio come uno dei potenziali percorsi per aiutare l'industria navale a navigare a Net-zero nel un futuro. Questa partnership è quindi un'ottima opportunità per sviluppare una soluzione del genere. Vogliamo valutare le implicazioni commerciali e ambientali, nonché identificare le sfide e le opportunità nell'implementazione di un sistema di cattura di carbonio a bordo di una nave. I risultati aiuteranno nello sviluppo della tecnologia su larga scala”.

Il progetto ReMarCCAbLE è uno dei tanti progetti Alfa Laval incentrati sulla sostenibilità. Sfruttando il suo know-how tecnico nella gestione termica e nella tecnologia di riduzione delle emissioni, svolgerà un ruolo fondamentale nel facilitare questo progetto per la cattura di carbonio a bordo nave. Il progetto si articola in tre fasi. Fin dalla prima fase del progetto, l'azienda  contribuirà in modo determinante alla progettazione, all'ingegnerizzazione, al collaudo e all'installazione della soluzione a bordo dell'autocisterna MR. Non solo sosterrà il progetto con la sua esperienza tecnologica in questo campo, ma metterà anche a disposizione il Test & training centre Alfa Laval per testare l'impianto di cattura di carbonio e per fornire formazione all'equipaggio prima che venga installato su una nave.

"Per noi, si tratta di essere in prima linea nell'evoluzione di nuove tecnologie sostenibili e supportarne lo sviluppo in una soluzione ambientale ed economicamente valida che possa avvantaggiare i nostri clienti - afferma Sameer. La decarbonizzazione dell'industria navale richiede un'ampia gamma di tecnologie per la riduzione delle emissioni oltre al passaggio a combustibili verdi. Vogliamo facilitare lo sviluppo di tali tecnologie e contribuire a ridurre l'impronta di carbonio delle navi".

Nella foto: Stena Bulk’s IMOIIMAXX MR tanker - credit: Tommy Chia - copyright: Stena Reder.

       
    Il sito Green Retail  - Alfa Laval sarà partner tecnologico per il primo progetto al mondo di carbon capture end-to-end a bordo delle navi

Copyright © 2023 - Edizioni DM Srl - Via Andrea Costa, 2 - 20131 Milano - P. IVA 08954140961 - Tutti i diritti riservati | Credits