Il primo quotidiano sulla sostenibilità nel retail
Aggiornato al

Biennio 2020-2022: gas +2700%, energia elettrica +1200%

Green Retail  - Biennio 2020-2022: gas +2700%, energia elettrica +1200%

Cna Lombardia: “Sugli extraprofitti colpite le PMI e risparmiati i big. Assurda la richiesta di restituzione di decine di migliaia di euro”.

L’Associazione: “Punito il comportamento virtuoso di chi ha installato impianti per l’autoconsumo da fonti rinnovabili”.

La norma sugli extraprofitti si applica sugli impianti FER con potenza superiore a 20 KW e prevede il recupero da parte del GSE (Gestore Servizi Energetici) degli extraprofitti per l’energia immessa in rete nel periodo 1° febbraio-31 dicembre 2022, poi prorogato al 30 giugno 2023. Da qualche settimana lo stesso GSE sta inviando la richiesta a migliaia di imprese per la restituzione di somme che variano da alcune migliaia a decine di migliaia di euro con un forte impatto sui costi e la liquidità delle imprese. In tema di extraprofitti da vendita dell'energia, secondo CNA Lombardia, il Paese si trova già in un paradosso.

“Le imprese non hanno la memoria corta. Ci ricordiamo bene delle difficoltà del Governo Draghi nel recuperare 10 miliardi di gettito dal prelievo, sacrosanto, dagli extraprofitti e dalle speculazioni in corso nel mercato dell'energia.  Sul tema è stato fatto un decimo di quello che si poteva fare e recuperare. Ora però alle imprese più piccole che hanno installato impianti per autoconsumo da fonti rinnovabili arrivano lettere del GSE per recuperare gli 'extraprofitti' che avrebbero realizzato con la cessione dell'energia eccedente alla rete” - dichiara il Presidente di Cna Lombardia, Giovanni Bozzini (nella foto).

“Si punisce così il comportamento virtuoso di chi ha installato impianti per l’autoconsumo da fonti rinnovabili e si continua a transigere sul comportamento speculativo di molti big dell’energia i cui extra profitti sono rimasti largamente non tassati - spiega il Segretario Regionale Stefano Binda. Da tempo - aggiunge il Segretario CNA Lombardia, “il nostro Presidente Bozzini, a nome dei 35 mila soci lombardi, ha chiesto di fare luce sulle dinamiche e sulle cause della enorme speculazione che si è realizzata sul mercato per effetto (ma cause ed effetti in ogni speculazione si confondono, ndr) dei rincari dell'energia, che questa estate erano arrivati nel biennio al 1200% per l'energia elettrica e al 2700% per il gas”.

Anche il Presidente Bozzini sottolinea: “Dopo le rassicurazioni del Governo Draghi e le moltissime parole dei partiti in campagna elettorale, crediamo sia giunta l'ora dei fatti.”

       
    Il sito Green Retail  - Biennio 2020-2022: gas +2700%, energia elettrica +1200%

Copyright © 2022 - Edizioni DM Srl - Via Andrea Costa, 2 - 20131 Milano - P. IVA 08954140961 - Tutti i diritti riservati | Credits