SEGUICI SU

Il Gruppo aderisce al programma Climate Neutral Coffee Certified di CNG per i propri brand e le private label.

Coind si avvia nel 2020 a diventare la prima azienda in Italia a produrre caffè ad impatto zero sul clima.

La società con sede a Castel Maggiore (Bologna), leader in Italia nella produzione di caffè private label e produttrice diretta di alcuni brand propri (Meseta, Attibassi, Carracci, Soleado), ha aderito al programma del gruppo olandese Climate Neutral Group (CGN) per ottenere un “Climate Neutral Coffee Certified”, ovvero un caffè che ha un impatto neutro sul clima del pianeta, riconosciuto da una specifica certificazione.

Nei prossimi mesi Coind attiverà le fasi iniziali per la compensazione delle emissioni attraverso il finanziamento della riforestazione di alcune aree del Brasile. Si tratta solo di un primo passo. L’obiettivo è infatti non solo di misurare e compensare le emissioni, ma di intervenire sull’intero ciclo produttivo del caffè, dalla piantagione allo scaffale, per diminuire sempre più le proprie emissioni. Per il computo vengono prese in considerazione le varie fasi di vita del prodotto: coltivazione del caffè, produzione, confezionamento, trasporto e distribuzione. A testimoniare l’adesione del Gruppo Coind al progetto sarà la certificazione “Climate Neutral” con uno specifico logo apposto sul packaging.

Il percorso verso la produzione del caffè a impatto zero inizia per Coind con la linea di capsule compatibili Nespresso a marchio Meseta, che sarà certificata a partire dal 2021 e, di seguito, con altri prodotti a marchio di proprietà.

L’adesione al programma e la certificazione possono da subito essere richiesti anche dai clienti che si appoggiano a Coind per la realizzazione delle proprie private label. “Coind è stata da sempre attenta alla tematica della sostenibilità - dichiara il presidente Luca Cioffi. Oggi, con questo nuovo progetto che nasce assieme a CNG, compiamo un fondamentale passo in avanti, non solo verso il mercato, ma soprattutto verso l’ambiente. Diventare climate neutral significa dare un contributo vero alla salute dell’ambiente e fare la nostra parte perché possano essere raggiunti quegli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per combattere il cambiamento climatico” - conclude Cioffi.

Le verifiche della certificazione “Climate Neutral” sono svolte da organismi indipendenti.

Coind in sessant’anni di storia si è affermata come gruppo industriale di rilevanza nazionale e internazionale. Nel tempo è divenuta la principale realtà aziendale sul mercato italiano per la produzione di caffè private label, realizzata nello stabilimento di Castel Maggiore, dove Coind ha sviluppato anche la propria divisione specializzata nel settore sanificazione, mentre la seconda sede a Noale (Venezia) è dedicata alla produzione di cosmetica e toiletries.

L’esperienza nel settore caffè ha portato allo sviluppo di diversi brand propri (Attibassi, Meseta, Caffè Carracci, Soleado). Con un forte legame con le cooperative della grande distribuzione italiana, di cui è da sempre fornitore diretto per il segmento del caffè in private label, Coind nel tempo ha diversificato le proprie attività in questo settore, con un’offerta che copre grani, macinato, cialde e i principali formati di capsule compatibili sul mercato. Tramite la controllata Coind Trading, l’azienda è attiva anche nel segmento Horeca, con una rete di bar nel centro-nord Italia in cui vengono proposti i prodotti a marchio Attibassi, Meseta e Carracci. Coind presidia inoltre i canali vending ed ecommerce, entrambi in crescita. Sempre più forte è stata l'espansione verso l'estero, fino a raggiungere oltre 60 paesi: fra i principali vi sono oggi Argentina, UK, Spagna, Israele, USA e Russia. La quota export incide per oltre l’8% del fatturato annuale ed è in aumento anche grazie all’inserimento di figure dedicate allo sviluppo di nuovi mercati. Parallelamente all’impegno nelle esportazioni, viene inaugurato un ciclo sempre più intenso di investimenti sul fronte delle tecnologie produttive e dell’acquisizione di nuovi macchinari, stanziando a questo scopo risorse per 16 milioni di euro solo nell’ultimo triennio.

Un altro tema fondamentale per Coind è la sostenibilità, sempre più sentito nel settore della produzione del caffè anche per l’avvento delle capsule, che hanno rivoluzionato  ormai stabilmente nelle abitudini di consumo. Con una produzione orientata a soluzioni a ridotto impatto ambientale, è impegnata nella costante ricerca di imballi realizzati con materiali riciclati o riciclabili, soluzioni per capsule compostabili, miscele da agricoltura sostenibile e ottimizzazione delle procedure produttive, con l'obiettivo di raggiungere i risultati fissati da Agenda 2030. Coind ha anche recentemente aderito al programma mondiale “Carbon Neutral”: è la prima azienda in Italia a poter produrre un caffè a impatto zero sul clima, dalla raccolta al confezionamento. Con 220 dipendenti all’attivo, come produttore Coind è oggi in grado di accompagnare i propri clienti nello sviluppo a 360° del loro progetto di caffè private label.