SEGUICI SU

L’azienda riafferma la centralità della propria filiera integrata e verticale, rafforzando l'impegno in sostenibilità ed innovazione.

Gruppo Eurovo mette al centro della sua strategia di sviluppo la propria filiera e rafforza i propri investimenti in sostenibilità. Per l’azienda italiana, leader in Europa nella produzione e distribuzione di uova e ovoprodotti, la filiera rappresenta da sempre un patrimonio di fondamentale importanza, il cui valore è diventato ancora più rilevante nell’economia dell’intero Paese durante le diverse fasi dell’emergenza Covid-19. Una strategia coerente con il progetto di ripartenza della Fase 3 emerso in occasione dei recenti Stati Generali, che hanno posto l’accento proprio sulla centralità del settore agroalimentare e della “filiera della vita”. Un comparto, pari al 14% del PIL italiano che, nonostante le difficoltà, è rimasto in prima linea e che oggi è pronto a giocare un ruolo da protagonista nel rilancio del Paese, rappresentando un modello di economia circolare.

La filiera integrata verticalmente rappresenta il fiore all’occhiello di Gruppo Eurovo. Con oltre 1 milione di analisi effettuate ogni anno dai laboratori specializzati interni all’azienda, Eurovo garantisce i massimi standard di controllo e monitoraggio di tutti i processi della filiera. Nutriti con mangimi prodotti internamente con materie prime accuratamente selezionate, i pulcini fin dal primo giorno di vita sono seguiti nella propria crescita dal team interno di veterinari qualificati e dedicati agli allevamenti Eurovo, che monitorano costantemente i valori ambientali e la salute delle galline ovaiole. Il benessere animale e la biosicurezza sono da sempre al centro di tutti i processi dell’azienda, tra le prime realtà a livello europeo a investire in nuovi allevamenti alternativi e nella modernizzazione e nell’upgrade di quelli esistenti. L’impegno costante del Gruppo verso l’innovazione ha portato alla realizzazione di allevamenti ad hoc improntati alla salvaguardia dei pulcini maschi fin dalla nascita e alla creazione di una filiera completamente antibiotic-free, nella quale non sono impiegati antibiotici in nessuna fase dell’allevamento.

La filosofia aziendale di Eurovo trova conferma anche nei propri stabilimenti all’avanguardia, certificati secondo i più alti standard qualitativi internazionali, dove l’impegno verso la sostenibilità diventa concreto. Grazie agli impianti fotovoltaici posizionati sui tetti, l’azienda può soddisfare buona parte del fabbisogno energetico di allevamenti e centri di imballaggio e sgusciatura utilizzando energia auto-prodotta, riducendo la dipendenza da fonti energetiche non rinnovabili e le emissioni di CO2 in atmosfera. L’utilizzo delle risorse idriche, fondamentali non solo per Gruppo Eurovo ma per tutto il territorio e le comunità in cui opera, è ottimizzato grazie a un costante monitoraggio dei consumi di acqua e al recupero di condense e vapori, in un’ottica di economia circolare. Inoltre, gli imballaggi maggiormente utilizzati, come brik e bottiglie in PET, sono interamente riciclabili.

Grazie ai suoi rigorosi protocolli di verifica e monitoraggio, Eurovo garantisce un completo presidio della filiera produttiva fino alla tavola. Tutti i prodotti, infatti, sono sottoposti ad accurati processi di controllo per offrire il meglio della freschezza, della qualità e della sicurezza ai consumatori e ai professionisti della ristorazione e della pasticceria. Le uova in guscio, raccolte e convogliate in centri di selezione, sono attentamente esaminate per rilevare eventuali difetti interni o incrinature e, solo al superamento di queste verifiche, confezionate e inviate al punto vendita. Le uova destinate alla sgusciatura per la produzione di ovoprodotti sono stoccate in magazzini appositi, dove ogni bancale è identificato da un codice che consentirà la sua rintracciabilità anche dopo la trasformazione. In seguito, tuorli e albumi, misti o separati, sono sottoposti a processi di pastorizzazione e omogeneizzazione, per essere quindi confezionati in brik.

“La filiera è da sempre centrale in tutte le attività di Eurovo. Negli anni abbiamo lavorato per renderla sempre più integrata, verticale, sicura e all’avanguardia, consapevoli che rappresentasse il nostro vero valore aggiunto. Questi investimenti ci hanno permesso di affrontare al meglio l’emergenza degli ultimi mesi e siamo convinti e fiduciosi che la ‘filiera della vita’, di cui facciamo noi stessi parte, sia strategica per ripartire e guardare al futuro - spiega Federico Lionello, Direttore Marketing e Commerciale di Gruppo Eurovo. La situazione attuale ci ha spinto a mettere le basi per un nuovo futuro, che ci permetta di individuare nuove opportunità senza dimenticare mai la tradizione. Abbiamo studiato delle politiche commerciali concrete e solide insieme ai nostri partner e clienti, personalizzate in base alle loro esigenze. Da azienda leader quale siamo, stiamo lavorando per rafforzarci e consolidare la nostra leadership, in particolare nel settore Food Service” - conclude Federico Lionello.