SEGUICI SU

Brambles premiata con una valutazione di livello A dalla Ellen MacArthur Foundation per il suo modello di economia circolare.

Circulytics è il primo strumento di valutazione che consente alle singole aziende di misurare con precisione la loro prontezza operativa e i loro risultati complessivi in termini di economia circolare e Brambles vanta prestazioni eccellenti.

Circulytics, lo strumento di valutazione della circolarità della Ellen MacArthur Foundation (EMF), è stato lanciato lo scorso gennaio e viene riconosciuto come “lo strumento di misurazione della circolarità più completo ad oggi”. Brambles, da sempre punto di riferimento nell’impiego di modelli circolari, è stata una delle aziende ad apportare un contributo chiave allo sviluppo e alla fase di test dello strumento ed ha accolto con orgoglio e soddisfazione l’eccellente valutazione definita di livello “A”.

Circulytics non si limita alla misurazione dei flussi di materiali, ma offre un quadro chiaro di tutte le attività circolari, segnala i settori che necessitano di miglioramenti immediati ed evidenzia le opportunità di innovazione strategica. Sostanzialmente, lo strumento mette in evidenza i vantaggi del riutilizzo dei materiali in un modello circolare rispetto ai modelli di business lineari convenzionali. Il sistema di misurazione adottato da Circulytics tiene conto di quelli che vengono definiti rispettivamente “fattori abilitanti” e “risultati”. I primi consistono di elementi dell'azienda stessa, come strategia, personale, sistemi e processi, innovazione e relazioni esterne con clienti e fornitori.

Brambles ha coerentemente ottenuto punteggi pieni in tutte le tematiche di questa categoria.

L’economia circolare si propone di eliminare rifiuti e inquinamento e di prolungare l’utilizzo di prodotti e materiali, rigenerando nel contempo i sistemi naturali. Grazie al modello di "condivisione e riutilizzo" impiegato per gestire i suoi 330 milioni di asset di consegna, Brambles è impegnata a definire il concetto di economia circolare già da molto prima che diventasse una strategia essenziale per affrontare la crisi dei rifiuti sia per le aziende che per le istituzioni, in un settore in cui la linearità rappresenta tuttora il modello operativo dominante.

Questo modello di core business, unito agli avanzati sistemi di tracciamento e recupero degli asset, nonché ai sistemi IT sviluppati e applicati da Brambles, hanno consentito all’azienda di ottenere questa ottima valutazione.

Jarkko Havas, Responsabile Dati e Metriche alla Ellen MacArthur Foundation ha commentato l’eccellente risultato ottenuto da Brambles affermando: “Brambles ha svolto un ruolo attivo nella fase di sviluppo di Circulytics e siamo lieti di vedere che ora la società sta beneficiando dell’utilizzo di Circulytics. Brambles sta adottando misure concrete nel passaggio ad un’economia circolare e mostra già eccellenti progressi, che ci auguriamo possano continuare grazie all’ottimizzazione di Circulytics”.

Brambles ha inoltre ottenuto punteggi elevati nella sezione dello strumento di valutazione “risultati”, relativa agli input (materiali ed energia) e al contributo degli output all'economia circolare sotto forma di prodotti o servizi. La priorità riservata alle fonti di approvvigionamento sostenibili ha suscitato l’attenzione del team di valutazione, segnalando anche le aree di sviluppo della futura strategia.

Juan José Freijo, VP Global Head of Sustainability di Brambles, riconosce il valore della partecipazione a Circulytics che, oltre a consentire la valutazione sia della circolarità del flusso di prodotti sia della catena del valore dell’intera società, offre un feedback sotto forma di informazioni su misura e commenti dalla Ellen MacArthur Foundation. “Il potenziale di questo strumento va ben oltre la nostra azienda ed incoraggiamo altre imprese ad utilizzare Circulytics per guidare il loro viaggio nell’economia circolare. Inoltre possiamo utilizzare questo strumento anche nell’ambito del nostro programma di collaborazioni Zero Waste World, per definire il nostro cammino futuro e per misurare i progressi conseguiti. Il mondo e più in particolare le attività della supply chain, hanno urgente bisogno di circolarità. La nostra partecipazione a Circulytics non è guidata solo dal desiderio di ottenere un riconoscimento per i risultati già conseguiti. L’aspetto migliore di questo strumento risiede nella sua capacità di incoraggiare e di sostenere ulteriormente il nostro desiderio di raggiungere un livello di circolarità ancora maggiore nel nostro modello operativo. Questo eccellente traguardo rafforza il nostro impegno nell’incrementare ulteriormente la quota di energia proveniente da risorse rinnovabili che utilizziamo. Se da un lato siamo orgogliosi del nostro modello di "condivisione e riutilizzo" e dei nostri livelli attuali di approvvigionamento sostenibile, uno dei nostri principali obiettivi come azienda circolare è di continuare a perseguire una strategia di rigenerazione per i sistemi naturali che possono essere interessati dall’impatto ambientale della nostra attività”.

La Ellen MacArthur Foundation è stata lanciata nel 2010 nell’intento di accelerare il passaggio ad un’economia circolare. Fin dalla sua creazione, quest'associazione di beneficenza si è affermata come leader di pensiero globale, provvedendo all'affermazione dell'economia circolare fra le priorità dei responsabili decisionali nei settori aziendale, governativo e accademico. Il Circular Economy 100 Network offre una piattaforma competitiva che consente di apprendere, condividere informazioni e mettere in pratica nuove idee.

Brambles aiuta a trasportare più prodotti a più persone e in più destinazioni rispetto a qualsiasi altra organizzazione esistente. Con pallet e contenitori che costituiscono la spina dorsale invisibile della supply chain globale, Brambles rappresenta un punto di riferimento per i maggiori marchi mondiali, poiché consente il trasporto dei loro prodotti in modo più efficiente, sostenibile e sicuro. In qualità di pioniere della sharing economy, Brambles ha saputo creare uno dei gruppi logistici più sostenibili al mondo grazie alla condivisione e al riuso delle sue piattaforme secondo un modello noto come ‘pooling’. Il Gruppo è attivo principalmente nel comparto dei beni di largo consumo (come alimenti secchi, generi di drogheria, articoli sanitari e per la cura personale), ortofrutticoli, bevande, vendita al dettaglio e industria manifatturiera in genere. Impiega ca. 11.000 addetti e conta ca. 330 milioni di pallet, cassette e contenitori, con una rete di più di 750 centri servizi ed è presente in circa 60 Paesi, in particolare in Nord America e in Europa occidentale.