SEGUICI SU

Lanciato in occasione del Festival del Giornalismo Alimentare un programma di responsabilità sociale ricco di sfide per la sostenibilità.

Il nuovo progetto è stato ufficialmente presentato dall’Amministratore delegato di Bonduelle Italia Andrea Montagna all’interno del panel di discussione “Produttori che comunicano buone pratiche, impegno e responsabilità di fronte ai consumatori” del Festival del Giornalismo Alimentare.

“Bonduelle è un’azienda familiare ed è da sempre attenta a produrre nel rispetto della natura - ha dichiarato Andrea Montagna, AD di Bonduelle (nella foto) – Fin dalla sua nascita Bonduelle ha portato avanti tante iniziative che oggi verrebbero definite green. Oggi è arrivato il momento di prenderci degli impegni ancora più concreti e di comunicarli nella speranza che altri possano seguirci nelle buone pratiche dal campo allo stabilimento. – ha proseguito l’AD - Il nostro Pianeta ha bisogno dell’impegno di tutti e Bonduelle vuole essere in prima linea, per questo abbiamo recentemente lanciato la prima gamma di mais senza residui di pesticidi e presto sarà disponibile sul mercato anche la nuova referenza di insalata iceberg senza residui di pesticidi, segno che Bonduelle s’impegna veramente” - conclude Andrea Montagna.

Ecco i 6 impegni concreti del programma Bonduelle s’impegna: 1- Favorire produzioni locali e stagionali 2- Limitare l’utilizzo di pesticidi per proteggere il terreno e l’ambiente 3- Preservare la biodiversità e le risorse naturali 4- Ridurre al minimo l’utilizzo di additivi e conservanti 5- Garantire un’ampia offerta di prodotti biologici 6- Promuovere l’utilizzo di confezioni sempre più sostenibili

Ma entriamo nel dettaglio di ogni impegno e vediamo come Bonduelle lo concretizza attraverso un approccio concreto e innovativo all’agricoltura, ai prodotti e al territorio:

1. Favoriamo le produzioni locali e stagionali, coltivando l’80% delle verdure fresche in Italia. Non solo, la gamma delle insalate degli Agricoltori Bonduelle (songino, rucola, spinacino e lattughino) è confezionata entro 24 ore dalla raccolta, per garantire al consumatore un prodotto sempre fresco.

2. Limitiamo l’utilizzo di pesticidi per proteggere il terreno e l’ambiente, collaborando a stretto contatto con i nostri agricoltori. Bonduelle è stata la prima in Italia a produrre il mais senza residuo di pesticidi e adesso è pronta a lanciare l’iceberg senza residui di pesticidi , per le insalate già pronte al consumo. Inoltre, già da diversi anni Bonduelle si sta impegnando affinché tutti i suoi produttori di ortaggi freschi abbandonino, entro il 2025, l'impiego di quei pesticidi potenzialmente dannosi per la salute degli insetti impollinatori.

3. Preserviamo la biodiversità e le risorse naturali, come l’acqua e l’energia: nei 2 stabilimenti di Bonduelle in Italia (San Paolo d’Argon e Battipaglia), in 4 anni, i consumi idrici sono stati ridotti del 15% mentre i consumi energetici del 10%. Inoltre, entrambi gli stabilimenti possono vantare la certificazione ISO 50001, un vero proprio fiore all’occhiello nell’ambito della sostenibilità energetica. Infine, entro il 2021 verrà realizzato un progetto di autoproduzione dell’energia da cellule fotovoltaiche. Anche per quanto riguarda gli scarti di cibo, nessuno scarto vegetale in Bonduelle viene buttato: questo infatti diviene alimento di qualità per i bovini delle aziende zootecniche vicine agli stabilimenti.

4. Riduciamo al minimo l’utilizzo di additivi e conservanti e non utilizziamo mai OGM e aromi artificiali per i nostri prodotti. La politica di Bonduelle per il fresco è molto chiara: nessuna delle insalate in busta Bonduelle contiene conservanti.

5. Garantiamo un’ampia offerta di prodotti biologici Per ogni categoria, Bonduelle si impegna ad offrire ai propri consumatori anche una soluzione biologica: dal mais in lattina ai piselli surgelati, fino alle insalate e verdure fresche, i consumatori possono oggi scegliere i prodotti buoni e biologici che preferiscono.

6. Promuoviamo l’utilizzo di confezioni sempre più sostenibili Il riciclo degli materiali è oggi importantissimo per preservare il nostro pianeta. Ecco perché tutte le confezioni di prodotti freschi e in lattina sono 100% riciclabili. Inoltre, Bonduelle si impegna ad utilizzare la plastica riciclata per le proprie confezioni: pensiamo ad esempio alle insalate in ciotola Le Regionali dove la plastica riciclata utilizzata è ben l’80%, il massimo consentito dalla legge fino ad ora.

Azienda familiare creata nel 1853, Bonduelle è oggi leader mondiale delle verdure e assicura il benessere attraverso l'alimentazione a base vegetale. Coltivate su oltre 128.000 ettari, le sue verdure sono vendute in 100 Paesi in tutti i canali di distribuzione e in tutte le tecnologie: ambient, surgelato e fresco pronto al consumo, per un totale di 500 varietà di vegetali disponibili nelle diverse gamme. In Italia, Bonduelle è presente con una filiale che include 2 stabilimenti: uno a San Paolo d’Argon (Bergamo) e uno a Battipaglia (Salerno), per un totale di oltre 400 collaboratori. Bonduelle Italia si è affermata come punto di riferimento nell'innovazione di prodotto, di processo e tecnologia. In linea con la filosofia del Gruppo in materia di Sviluppo Sostenibile, è all'avanguardia nell'adozione di tecnologie ad alta efficienza energetica e di soluzioni che limitano l'impatto ambientale, nonché in progetti di educazione sulla corretta alimentazione e sul non spreco alimentare portati avanti dalla Fondazione Louis Bonduelle.