SEGUICI SU

Il latte friulano del Gruppo Parmalat ha aderito al programma di responsabilità sociale d'impresa "Pollinate the Planet" della startup 3Bee.

Torvis, marchio di latte proveniente da allevamenti selezionati del Friuli Venezia Giulia e parte del Gruppo Parmalat, rinnova il suo impegno a favore della sostenibilità ambientale e sociale offrendo un contributo concreto all’ecosistema del territorio e non solo, attraverso l’adozione di 5 alveari che andranno a proteggere oltre 300.000 api. Grazie al lavoro delle api salvate potranno essere impollinati oltre 300 milioni di fiori, contribuendo quindi alla crescita della biodiversità e all’equilibrio ambientale. Un’iniziativa di Responsabilità Sociale d’Impresa che prende il nome di “Pollinate The Planet” (“Impolliniamo il Mondo”) nata dall’idea della startup 3Bee e che sta coinvolgendo sempre più aziende attente alla sostenibilità ambientale.

“Abbiamo creato un network di oltre 2.000 apicoltori che in tutta Italia utilizzano i nostri alveari hi-tech e, con loro, abbiamo deciso di avviare un progetto di Responsabilità Sociale d’impresa. - spiega Niccolò Calandri, CEO di 3Bee - Attraverso il progetto "Impolliniamo il mondo" le aziende attente alla sostenibilità ambientale, possono dare il proprio contributo per la protezione delle api e di conseguenza del Pianeta, con un impatto concreto, forte ed importante sulla conservazione della biodiversità e degli ecosistemi."

L’importanza della salvaguardia delle api e l’attenzione delle imprese come Torvis

Le api sono responsabili dell'80% della catena alimentare attraverso il loro processo diretto e indiretto di impollinazione. Negli ultimi anni, però, a causa dei cambiamenti climatici, dell’uso di pesticidi e per colpa di parassiti e malattie, questi importanti insetti impollinatori hanno subito una drastica diminuzione. Secondo i dati della Radboud University e della Entomological Society Krefeld, in quasi 30 anni, il numero di api è diminuito del 70%, con un conseguente, riduzione della produzione di miele. Da qui l’iniziativa di 3Bee, startup fondata dall’ingegnere elettronico Niccolò Calandri e dal biologo Riccardo Balzaretti di permettere a privati e aziende di adottare un alveare e di contribuire a ripopolare il Pianeta di questo insetto indispensabile per la biodiversità, attraverso il progetto di sostenibilità “Pollinate the Planet” (Impolliniamo il Mondo).

Aderendo al progetto, Latte Torvis, marchio da sempre attento ai temi della sostenibilità ambientale, dopo aver dato vita all’Oasi Felice Torvis, un’area didattico-ludica adiacente allo stabilimento, pensata per le famiglie e i bambini della zona con attività ricreative sull’educazione al rispetto della natura, compie un ulteriore passo in avanti sui temi della sostenibilità ambientale divulgando i propri valori e mantenendo un occhio di riguardo nei confronti della natura, come fonte di materia prima e come sviluppo del territorio e delle comunità. Sulle confezioni di latte Torvis (Alta Qualità, Intero, Parzialmente scremato e in brik) i consumatori potranno trovare un’ape, simbolo dell’impegno dell’azienda nei confronti di questo insetto così importante per la biodiversità e, se vorranno, potranno contribuire in prima persona alla sua salvaguardia. La possibilità di adottare un alveare, infatti, è aperta anche ai privati che possono partecipare al progetto accedendo alla piattaforma online sul sito www.3bee.it. Gli alveari adottati saranno dotati di sistemi di monitoraggio basati su tecnologie innovative come l’Internet of Things e l’Intelligenza Artificiale al fine di migliorare la vita delle api. Grazie a questi sistemi gli apicoltori hanno la possibilità di monitorare costantemente lo stato di salute delle api attraverso il proprio smartphone e intervenire tempestivamente in caso di necessità, riducendo i trattamenti chimici e migliorando la produzione e la vita delle api.

3Bee è una startup agri-tech fondata nel 2018 da Niccolò Calandri e Riccardo Balzaretti. La startup ha sviluppato Hive Tech, un alveare 3.0 che consiste in una rete di sensori ioT i quali, posizionati all’interno dell’alveare, monitorano il benessere delle api permettendo agli apicoltori di ridurre i trattamenti, diminuire le visite nell’apiario e abbassare le emissioni di Co2, migliorando, quindi, la qualità di vita delle api. Dalla sua nascita 3Bee ha sviluppato una rete di 2.000 apicoltori in tutta Italia in cui ha installato i propri sensori e ha dato vita all’iniziativa “Adotta un Alveare” dedicata a privati e imprese. Per queste ultime ha ideato un vero e proprio programma di CSR (Corporate Social Responsibility) - Pollinate the Planet” - che in un solo anno ha permesso di salvare 60 milioni di api, attraverso l’adozione di 1.000 alveari.

Informazioni sugli apicoltori coinvolti

Azienda Agricola Alpagomiele

L'Azienda Agricola Alpagomiele ss ha origine piuttosto recente (creata nel 2016) dalle famiglie Tonon e Merella, famiglie di stampo agricolo di origine dal nonno Tonon Callisto a partire dal 1959, anno di prima fondazione dell'azienda familiare di stampo ceralicolo zootecnico da latte esercitata su strutture e terreni in concessione (Enel ex Sade). Come ogni famiglia contadina anche questa possedeva delle api per la produzione di miele per l'autoconsumo. Con gli anni ed il boom industriale l'azienda si è ridotta mantenendo fino agli anni 90 le produzioni di foraggio e di mais. Ai giorni nostri, i figli e i nipoti del fondatore, hanno mantenuto l'attività agricola sviluppandola infatti è stata ristrutturata la sede aziendale, per avere laboratorio e punto vendita su un unico stabile di facile accesso al pubblico concentrando le produzioni a uva da vino di varietà resistente e api (miele/nuclei/regine). Il miele viene prodotto in forma nomade, spostando gli alveari seguendo le diverse fioriture, dalla pianura all'alta montagna.

Apicoltura Roberta Fant

L’ apicoltura nasce nel 1997. In quel periodo il titolare, Andrea de Bona, lavorava con un collega che aveva delle api e ha iniziato ad appassionarsi a questo mondo. Andrea frequenta i primi corsi base e poi nel 2000 il corso Tecnici Apistici, iscritti alla Regione Veneto, tramite l'associazione locale. Inizialmente per autoconsumo, poi dal 2011 ha avviato una piccola azienda apistica, Apicoltura Roberta Fant, con 60 alveari, e ha iniziato la pratica del nomadismo, spostando alcuni alveari, per avere piccole produzioni diversificate, in modo da ampliare l'offerta dei mieli, sempre attenti alla qualità del prodotto e alla salvaguardia delle api. Nel 2015 ha ricevuto il riconoscimento Premio Piana 3 Gocce D'oro col miele di acacia. Il confezionamento e l'estrazione del miele avviene nel laboratorio di casa a Belluno. Le api e le api regine vengono autoprodotte in azienda.

The Honey Family

Azienda agricola di Domegge di Cadore, in provincia di Belluno, pluripremiata per i suoi mieli. Ad esempio il suo Miele d’Acacia è stato riconosciuto come uno dei migliori mieli d’Italia nel 2018 vincendo di Due Gocce d’oro al 38° concorso grandi Mieli d’Italia. L’azienda produce anche miele di castagno, miele di rododendro e miele millefiori.

HoneyFamily2