SEGUICI SU

A meno di una settimana dal lancio, più di 100 negozi iscritti e 1000 download.

In Vetrina è la nuova applicazione mobile, per dispositivi iOS/Android, pensata per supportare il commercio di prossimità durante il periodo attuale, che vede molte attività chiuse o con un fatturato nettamente ridotto. E' un modo alternativo per acquistare dai negozi del proprio Paese, che in tal modo possono offrire i propri prodotti anche online. Il progetto è gratuito, finanziato interamente dagli stessi creatori e ideatori dell'app: Filippo Giove e Sonia Pivetta, professionisti nel settore IT di Desio (MB) e Proteina CReativa, agenzia di comunicazione di Erba.

"Parlando con i commercianti della zona ci siamo accorti che avremmo potuto dar loro una mano ad offrire i propri prodotti online, riducendo così l'impatto negativo che la pandemia ha avuto sul commercio" - dichiarano i fondatori.

I negozianti interessati hanno la possibilità di iscriversi ad un portale compilando un form sul sito https://invetrina.app. Possono dunque creare il profilo della propria attività e caricare i prodotti offerti, con relative foto, descrizioni e prezzi. Ogni commerciante può anche inviare una notifica push al giorno agli utenti, inserendo promozioni o offerte. D'altra parte, invece, i consumatori che scaricano l'app, possono visitare le vetrine online dei commercianti iscritti e contattarli tramite un form apposito per ricevere a domicilio/ritirare i prodotti di proprio interesse.

Per il momento non è stato inserito un vero e proprio carrello o shop online, in quanto l'intento è quello di fornire uno strumento semplice e fruibile da parte di tutti, avvezzi o meno alla tecnologia, ma proprio per questo realmente utile. Al momento l'app conta già più di 1000 download e 100 commercianti iscritti, a meno di una settimana dal lancio.

"Visto il riscontro positivo, stiamo già lavorando a nuove evolutive dell'applicazione - affermano gli sviluppatori. Contiamo, infatti, che il progetto non si riduca ad un mero aiuto in fase di lockdown, ma possa dare un nuovo impulso al commercio locale avvicinandolo al mondo dell'online in modo stabile d'ora in avanti".