SEGUICI SU

In Italia sono circa 1500 le startup “green”. Dall’EnerTech dell'energia 100% verde una call to action per un programma di partnership con l'obiettivo di promuovere comportamenti più sostenibili.

La prima iniziativa è la partnership con Biorfarm per "abbonarsi" ad un albero da agricoltura sostenibile. 

L’Italia della green economy cresce ed innova grazie alle startup, che provano a fare squadra per promuovere stili di vita più sostenibili: così NeN, il primo fornitore di energia in Italia 100% green e 100% digital, lancia una call to action per coinvolgere le aziende innovative italiane impegnate nella green economy in un programma di partnership, con l’obiettivo di promuovere iniziative di sostenibilità. E, in effetti, l’Italia della Green Economy sta (finalmente) crescendo. Secondo l’ultimo rapporto GreenItaly, il 2019 è stato un anno record per gli investimenti in sostenibilità, con una percentuale di investimenti stimata nel 21,5%, corrispondente ad un valore assoluto di quasi 300 mila imprese (fonte.Symbola); risorse destinate soprattutto all’innovazione tecnologica. Ma non solo, nel 2019 sono aumentati anche i “green jobs”: i lavoratori della sostenibilità, nel 2019, sono diventati 3.100.000 unità, il 13,4% del totale dell’occupazione complessiva e il 3,4% in più rispetto al 2018. Molti dei quali nelle startup innovative che stanno innovando il settore.

«Secondo i dati del Registro delle Imprese, nella prima metà del 2019 c’erano in Italia 1.475 startup innovative riconducibili al concetto di “green”, ovvero imprese ad alto valore tecnologico in ambito energetico. E tante altre ce ne sono che, pur non occupandosi direttamente di sviluppo tecnologico, sono impegnate nello sviluppo di modelli di produzione sostenibile e di circular economy - spiega Stefano Fumi, CEO di NeN, che si definisce la prima startup EnerTech in Italia proprio per la sua volontà di innovare grazie alla tecnologia il mondo della fornitura di energia - Abbiamo deciso di avviare un programma di partnership green con l’obiettivo di fare sistema: vogliamo creare una “piattaforma” che metta a fattor comune il potenziale di creatività e innovazione di più progetti, per lanciare iniziative orientate alla sostenibilità e alla promozione di stili di vita più “verdi”.»

E’ in questo ambito che nasce la partnership di NeN con Biorfarm, una startup che mette in contatto i consumatori con i piccoli agricoltori biologici per “l’adozione” di un albero da frutta, il cui raccolto viene poi consegnato a domicilio. Un modo per accorciare la filiera e incentivare un tipo di coltivazione più etica e sostenibile di quella tradizionale.

"Stiamo facendo ricerca attiva di progetti innovativi sulla green economy con cui collaborare e Biorfarm ci ha convinti perché abbiamo visto un punto di contatto con la nostra offerta, che si fonda sull’acquisto di elettricità da sole fonti rinnovabili sparse sul territorio italiano - spiega Daniele Francescon, Head of Growth e tra i pionieri di NeN - grazie a questa collaborazione, chiunque sottoscriva un abbonamento con NeN potrà chiedere di “abbonarsi” gratuitamente, per un anno, a un albero di Biorfarm, e ricevere quindi un anno di frutta da agricoltura sostenibile. L’obiettivo è di coinvolgere altri progetti come questo per costruire meccanismi di attivazione “green” che si inseriscano nella quotidianità delle persone - conclude ancora Francescon - vogliamo dimostrare che la sostenibilità può diventare un’abitudine”.

Il programma di partnership di NeN è già attivo e aperto a tutti i tipi di progetti a sfondo “green”: le startup che vogliono partecipare possono inviare una mail a . inserendo nell’oggetto “Partnership green”.

NeN punta a modificare il mondo della fornitura domestica di energia elettrica e gas grazie alla tecnologia. In antitesi con la burocrazia, il linguaggio tecnico e le clausole nascoste che hanno portato gli utenti a diffidare di molti fornitori, ha ideato una proposta semplice e trasparente, basata su una rata fissa e personalizzata a partire dalla bolletta dell’utente, e un’app che permette di monitorare i consumi in tempo reale. Il marchio NeN è di proprietà di Yada Energia S.r.l., società registrata nel giugno 2019 con l’obiettivo di fare il proprio ingresso nel mercato energetico nel primo trimestre del 2020. Il lancio è sostenuto finanziariamente dal Gruppo A2A, e rappresenta a tutti gli effetti un’azione di corporate entrepreneurship.