SEGUICI SU

Premiata per l’impegno contro il cambiamento climatico e la protezione delle foreste.

Tetra Pak è stata premiata per la quarta volta per la sua azione per il clima e l'approvvigionamento sostenibile di materie prime, confermando la sua posizione nella prestigiosa "A List" CDP dedicata all’impatto ambientale globale per le attività 2019. La segnalazione CDP ha evidenziato l'impegno in termini di trasparenza e per la misurazione del proprio posizionamento in termini di sostenibilità.

Tetra Pak è una delle 179 aziende riconosciute per azioni dedicate a ridurre le emissioni, mitigare i rischi climatici e sviluppare un'economia a basse emissioni di carbonio, e una delle 8 società che lavorano per prevenire la deforestazione grazie a pratiche sostenibili di approvvigionamento di materie prime. Solo il 2% delle aziende che sono state valutate ha ricevuto il punteggio A per l'azione sul clima, rendendo Tetra Pak una delle poche aziende ad alte prestazioni tra le migliaia prese in esame.

Il processo annuale di divulgazione ambientale e valutazione del CDP è ampiamente riconosciuto come il gold standard della trasparenza ambientale aziendale. Nel 2019, più di 525 investitori con oltre 96 trilioni di dollari di capitali e 125 importanti acquirenti con una disponibilità di 3,6 trilioni di dollari hanno richiesto alle aziende di divulgare dati su impatti ambientali, rischi e opportunità attraverso la piattaforma CDP e oltre 8.400 hanno risposto. Una metodologia dettagliata e indipendente viene utilizzata da CDP per valutare queste società, assegnando un punteggio da A a D, basato sulla completezza della divulgazione, consapevolezza e gestione dei rischi ambientali e dimostrazione delle migliori pratiche associate alla leadership ambientale, come l'impostazione di ambiziosi e significativi obiettivi. Il punteggio di CDP per le foreste viene assegnato in relazione agli obiettivi raggiunti su quattro materie prime che causano la maggior parte della deforestazione: prodotti in legno, bovini, soia e olio di palma.

Le aziende devono ottenere una A su almeno una di queste materie prime a rischio forestale per guadagnare un posto nella “A List” delle foreste. Mario Abreu, Vice Presidente Sostenibilità Tetra Pak, ha dichiarato: ‘La promessa del nostro marchio "Protegge ciò che è buono" definisce e caratterizza tutte le nostre azioni e la sostenibilità è parte integrante delle decisioni aziendali che prendiamo. Il panorama della sostenibilità è cambiato radicalmente e la portata delle sfide future richiede un cambiamento radicale nel modo di pensare. Per guidare questo nuovo modo di pensare abbiamo lanciato la campagna "Planet Positive", esortando tutti ad avere una visione più ampia della sostenibilità e assicurarci di affrontare il pieno impatto della nostra attività.’ ‘In tutta l'azienda comprendiamo i vantaggi tangibili derivanti dalla divulgazione delle nostre attività in maniera trasparente, attività che ci aiuta anche a misurare e migliorare le nostre prestazioni lungo l'intera catena del valore. L'inclusione nella “A List” di CDP per quattro anni consecutivi è il risultato di un lavoro continuo per aumentare l'utilizzo di energia rinnovabile, ridurre le emissioni di gas a effetto serra, combattere la deforestazione grazie a un approvvigionamento responsabile delle materie prime.‘

Paul Simpson, CEO di CDP, ha dichiarato: ‘Mi congratulo con le aziende che quest'anno sono presenti nella “A List” di CDP, per essere all'avanguardia nelle prestazioni ambientali e nella trasparenza. L'entità dei rischi aziendali derivanti dall'emergenza climatica, dalla deforestazione e dall'insicurezza idrica sono enormi, così come le opportunità di affrontarli, ed è chiaro che il settore privato ha un ruolo vitale da svolgere in questo momento critico. Le aziende che fanno parte della “A List” sono leader nel mercato della sostenibilità aziendale, affrontando i rischi ambientali e preparandosi a prosperare nell'economia di domani’.