SEGUICI SU
Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

Bottiglie più leggere e più "green". 

Il Premio Speciale Conai per gli imballaggi di vetro certifica nuovamente l’impegno di De Cecco per la riduzione dell’emissione di Co2. Le tradizionali bottiglie d’olio dell’azienda abruzzese, pur mantenendo distintività, visibilità a scaffale e maneggevolezza, sono state sensibilmente assottigliate. La sgrammatura premiata dal Conai (Consorzio nazionale imballaggi), tesa a valorizzare la sostenibilità ambientale, è stata di 105 grammi sulle bottiglie da mezzo litro e di 75 grammi su quelle da trequarti. In precedenza, c’era stata un’importante riduzione dello spessore, ben 125 grammi, della bottiglia da un litro.

Il Presidente Filippo Antonio De Cecco, nella sua prefazione al libro “La crescita sostenibile nei mercati maturi” ricorda, tra le altre cose, che l’etica e la sostenibilità di De Cecco coincidono con la sua storia, con lo stile imprenditoriale e un modo di fare impresa, tradizione di eccellenza di qualità e modo di vivere.


Le bottiglie più leggere permettono un contenimento delle dimensioni e del peso del cartone (fino all’11 per cento), con relativa diminuzione del peso lordo anche del pallet (fino all’8 per cento). Per la bottiglia da mezzo litro, l’alleggerimento è del 21 per cento. Del 13 per cento, invece, per le bottiglie da trequarti e del 20 per cento per quelle da litro. Va precisato che in ogni cartone ci sono 12 bottiglie di olio e che un pallet può contenere al massimo 56 cartoni.