SEGUICI SU

Il rapporto riassume i progressi compiuti in materia di tutela ambientale, responsabilità sociale e governance a livello globale.

Il documento evidenzia anche le aree strategiche per l'azienda: centralità del cliente, cambiamento attraverso l'innovazione e l'eccellenza operativa, cultura e talento. Tra le principali aree d’intervento troviamo, in risposta alle continue carenze di manodopera nei settori del trasporto, della distribuzione e della logistica, lo sviluppo da parte della società di un programma di formazione all'avanguardia in materia di logistica digitale attraverso la Prologis Community Workforce Initiative (CWI).

L'azienda ha anche fornito strumenti di formazione in realtà virtuale e piattaforme di coinvolgimento dei dipendenti e, attraverso Prologis Ventures, ha collaborato con WorkStep per fornire ai clienti un modo più efficiente ed economico per soddisfare le loro esigenze di personale. Inoltre, la società ha installato l'illuminazione a LED su 4,6 milioni di metri quadrati di immobili per la logistica, ha superato l'obiettivo dell'azienda di 200 megawatt (MW) di capacità solare installata entro il 2020, un anno e mezzo in anticipo rispetto all’obiettivo che si era posta, e ha fissato un nuovo obiettivo di 400 MW entro il 2025.

Prologis ha anche raggiunto la neutralità operativa delle emissioni di carbonio - la prima società immobiliare dell'S&P 100 a farlo. La strategia di riduzione delle emissioni di carbonio è focalizzata sulla riduzione delle emissioni dirette e indirette in tutto il business, inclusa la diminuzione delle emissioni derivanti dall'uso di energia negli uffici e negli spazi dei clienti. Specificamente per COVID-19, la Fondazione Prologis ha istituito un fondo di soccorso globale di 5 milioni di dollari per sostenere le organizzazioni no-profit, gli ospedali e le organizzazioni che si occupano di salute e sicurezza pubblica, nonché quelle dedicate all'accesso al cibo e alla ripresa economica. Attraverso il programma "Space for Good", la società ha offerto edifici e piazzali non occupati ad agenzie governative negli Stati Uniti e ad ospedali e organizzazioni di soccorso in tutto il mondo per sostenere gli sforzi di soccorso del coronavirus. Ad oggi, Prologis ha messo a disposizione 1,2 milioni di metri quadrati in 13 mercati e donato 4,9 milioni di dollari sotto forma di affitti gratuiti.

"Nel mezzo di una pandemia globale, Prologis ha intrapreso azioni significative per aiutare le persone in difficoltà e ha riaffermato il proprio impegno nei confronti dei nostri dipendenti, dei clienti e delle comunità di tutto il mondo - ha dichiarato il presidente e Ceo di Prologis Hamid R. Moghadam. Grazie alla scala del nostro portafoglio e alle nostre infrastrutture, siamo in grado di posizionare in modo unico i nostri programmi ESG sia per servire i nostri clienti che per sostenere le persone e le organizzazioni in caso di crisi".

La società ha anche annunciato la nomina di Ying Yu a vice presidente senior ESG. In questo ruolo, Yu sarà responsabile della conduzione di una strategia ESG globale che crea valore per l'azienda generando al contempo un impatto ambientale, sociale e di governance positivo. In precedenza Yu ha ricoperto l’incarico di responsabile della sostenibilità per Bose Corporation, dove ha costruito il dipartimento di sostenibilità e la struttura di governance globale dell'azienda, che comprende la tutela dell’ambiente, il progresso economico e i programmi di responsabilità sociale.

"La nostra attività e la nostra piattaforma vengono utilizzate a vantaggio dei nostri clienti e questo si estende alle nostre iniziative ESG, che creano un valore che va oltre le mura del nostro patrimonio immobiliare - ha affermato il responsabile legale e capo ESG Edward S. Nekritz. Mentre continuiamo a sviluppare la nostra strategia ESG, diamo il benvenuto a Ying, che contribuirà un importante patrimonio di conoscenze e una forte esperienza nel dialogo con i diversi stakeholder".