SEGUICI SU
Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

Le due associazioni firmano un protocollo d’intesa nell’ambito del congresso annuale di Transfrigoroute International.

Come viaggiano gli alimenti che portiamo sulla tavola? La logistica ricopre un ruolo fondamentale per la corretta conservazione del cibo a tutela della salute pubblica. Per questo il Freight Leaders Council (FLC) e l’Osservatorio Interdisciplinare Trasporto Alimenti (OITA) hanno deciso di unire le forze per lo studio e il monitoraggio del trasporto e della logistica del food.

La firma di un protocollo d’intesa tra le due realtà è avvenuta durante il congresso annuale di Transfrigoroute International (l’associazione che rappresenta i trasporti refrigerati) a Napoli. “Lo scopo del protocollo – ha detto Massimo Marciani, Presidente del Freight Leaders Council – è quello di avviare una collaborazione a lungo termine con OITA per mettere insieme le conoscenze sul trasporto refrigerato e suggerire al mercato scelte modali, tecnologie e di business model ottimali per il trasporto corretto degli alimenti”.

“OITA da sempre opera su questo fronte – ha dichiarato Clara Ricozzi, Presidente dell’Osservatorio – Stiamo lavorando alla ricognizione e ottimizzazione dei parametri, delle tecnologie e dei fenomeni logistici direttamente attinenti alla natura del carico e della sua qualità intrinseca da salvaguardare dall’origine alla destinazione”.

La collaborazione verrà concretizzata in un tavolo permanente che analizzerà il trasporto e la logistica del food a livello locale (primo e ultimo miglio, distribuzione al dettaglio o al consumatore), nel medio e lungo raggio, in qualunque modalità (strada, nave, ferro e aereo). Questi gli obiettivi dell’accordo: acquisire e condividere conoscenze sulle modalità in cui oggi viene effettuata la logistica e i trasporti; individuare i limiti ottimali per la conservazione e il trasporto delle merci; elaborare i parametri ottimali, dal punto di vista economico e ambientale, di pianificazione dei carichi, dei percorsi e di scelta modale; esplorare gli strumenti tecnici, esistenti o di possibile sviluppo, per ottenere e mantenere i suddetti parametri; acquisire le buone pratiche già adottate e divulgarle.

Freight Leaders Council è nato a Milano nel 1991. Da 28 anni è una libera associazione privata, apartitica e senza scopi di lucro tra aziende attive in ogni fase della supply chain per contribuire allo sviluppo e alla competitività di una logistica sempre più sostenibile e al passo con i tempi. In questi anni ha formulato pareri, giudizi e indirizzi rivolti alle istituzioni e all’opinione pubblica. Oggi intende proporsi come un think tank a sostegno di una logistica che è e sarà sempre più l’industria delle industrie.

OITA, Osservatorio Interdisciplinare Trasporto Alimenti è un polo consultivo e propositivo che intende indagare e approfondire le tematiche connesse al trasporto del cibo, dei prodotti freschi in genere e di quelli che necessitano di una conservazione a temperatura controllata (farmaceutici e cosmetici), nonché degli animali vivi, con l’obiettivo di garantire sicurezza e qualità in tutta la supply chain, anche attraverso la definizione di protocolli condivisi per la certificazione del trasporto in ATP. In questo quadro, OITA è impegnato a individuare nuove aree di applicazione del trasporto a temperatura controllata, e a studiare e promuovere nuove tecnologie che contribuiscano a preservare la qualità della merce trasportata in tutti i suoi aspetti: organolettica, nutrizionale, sanitaria.