SEGUICI SU
Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

Nella categoria “Innovazione in Sostenibilità Ambientale e Immobiliare Logistico” per il magazzino “chiavi in mano” consegnato a Lamborghini e Ducati.

P3 Logistic Parks, società specializzata in investimenti a lungo termine, sviluppo, acquisizione e gestione di immobili ad uso logistico, si è aggiudicata uno speciale premio di riconoscimento all'wvento “Il logistico dell'anno" nella categoria “Innovazione in Sostenibilità Ambientale e Immobiliare Logistico”.

Il prestigioso premio, giunto ormai alla sua 14° edizione, viene assegnato ogni anno da Assologistica (Associazione Nazionale degli operatori di logistica in conto terzi) in collaborazione con la sua divisione formativa Assologistica Cultura e Formazione e dal magazine Euromerci. L’intento di questo riconoscimento è da sempre quello di premiare le aziende che si sono distinte nel panorama logistico nazionale, per aver contribuito ad innovare significativamente il settore. L’intento è quello di premiare le aziende che si sono distinte nel panorama logistico nazionale per aver contribuito ad innovare significativamente il settore.

P3 ha raggiunto questo importante obiettivo grazie alla realizzazione di un nuovo magazzino “chiavi in mano” presso il Parco Logistico P3 di Sala Bolognese (BO) per Automobili Lamborghini e Ducati Motor Holding, consegnato nelle tempistiche prestabilite dopo un programma serrato di lavori di costruzione, durato solo sei mesi. Il magazzino, di 30.000 mq, è il centro di stoccaggio e distribuzione delle parti di ricambio originali per le due case automobilistiche, includendo anche parti del nuovo Super Suv Urus di Lamborghini, Huracán e Aventador, insieme alle ultime due proposte Ducati, Panigale V4 e Scrambler 1100.

La struttura impiega diverse tecnologie ecosostenibili, quali illuminazione Led, isolamento termico e pannelli solari sul tetto, in grado di riscaldare l’acqua negli uffici e alimentare i sistemi di riscaldamento e raffreddamento. Inoltre, viene utilizzata acqua di pozzo per l’irrigazione ed è prevista la costruzione di una pista ciclabile che collegherà la stazione ferroviaria al parco.