SEGUICI SU
Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

Con il nuovo anno scolastico riaprono i Kellogg Breakfast Club.

I Breakfast Club, promossi da Kellogg e Croce Rossa Italiana, riaprono le porte con l’obiettivo di donare colazioni a titolo gratuito a bambini che frequentano scuole primarie in aree particolamente complesse di diverse città italiane.

Con l’inizio dell’anno scolastico 2019/2020, Kellogg e Croce Rossa Italiana annunciano infatti di aver rinnovato la ormai consolidata partnership per la quarta edizione dei Breakfast Club e, a dimostrazione dell’impegno sempre crescente, di essere impegnati a identificare la quinta città in cui aprire un nuovo Breakfast Club in aggiunta alle quattro già toccate dall’iniziativa. OLTRE 25.300 COLAZIONI DONATE IN UN ANNO – Da settembre 2018 a giugno 2019, i volontari della Croce Rossa Italiana, insieme ai dipendenti di Kellogg, hanno donato e servito colazioni in quattro scuole di quattro città italiane (Milano, Torino, Casal di Principe in provincia di Caserta e San Severino Marche alle porte di Macerata).

Con risultati importanti: • 270 bambini in difficoltà coinvolti nel progetto; • 25.300 colazioni donate ai bambini (con un menu vario e bilanciato con un diverso mix di carboidrati, proteine e vitamine e minerali); • 100 volontari della Croce Rossa Italiana e dipendenti Kellogg che hanno preso parte all’iniziativa; • 200 giornate di volontariato a favore dei bambini.

IL MOTORE DELL’INIZIATIVA — Partito con un progetto pilota in una scuola elementare della periferia sud est di Milano nell’anno scolastico 2017/2018, il Breakfast Club è nato e si sviluppa ogni anno a partire da alcune importanti consapevolezze: la quota di famiglie in povertà assoluta e relativa in Italia è ancora ai massimi storici dal 2005. Lo certifica l’Istat: nel 2018 in Italia sono 1,8 milioni le famiglie in condizioni di povertà assoluta per un totale di 5 milioni di individui (oltre l’8% della popolazione nazionale) e poco più di 3 milioni in povertà relativa per un totale di quasi 9 milioni di persone (15% della popolazione nazionale). Per questo, Kellogg e Croce Rossa Italiana si sono impegnate nel raggiungimento di un triplice obiettivo: contribuire ad alleviare il problema dell’indigenza alimentare, diffondere consapevolezza circa l’importanza di una nutrizione sana ed equilibrata con la condivisione di materiali e leaflet informativi, studiati appositamente per essere colorati e intuitivi e fare sensibilizzazione circa lo spreco alimentare.

IMPEGNO MONDIALE, AIUTO LOCALE — I Breakfast Club sono la concretizzazione dell’impegno di Kellogg anche nel nostro Paese. In quanto leader nella produzione alimentare a livello globale, infatti, Kellogg crede fortemente nell’importanza del proprio ruolo nella lotta alla fame e alla malnutrizione e nella tutela dell’ambiente. Con questa consapevolezza, Kellogg implementa nei singoli Paesi in cui opera numerose iniziative attraverso il programma globale di responsabilità sociale Kellogg’s Better Days™, nato per supportare le famiglie in difficoltà e per aiutare i coltivatori a introdurre pratiche di agricoltura sostenibile e di cui sono stati recentemente rinnovati gli obiettivi, con lo scopo di donare “giorni migliori” a 3 miliardi di persone in tutto il mondo entro il 2030. In Italia, i progetti sono realizzati grazie anche al contributo di un brand di Kellogg che incarna i valori del fondatore W. K. Kellogg. Infatti per ogni confezione di cereali W. K. Kellogg, fino a €0,10 vanno a supporto di iniziative di responsabilità sociale.

“I Breakfast Club non sono soltanto singoli appuntamenti sul territorio per dare un aiuto concreto nella lotta alla fame e alla malnutrizione, ma iniziative a tuttotondo con una valenza sociale estremamente importante” racconta Sara Faravelli, Iberia&Italy Communication Lead di Kellogg. E prosegue: “La colazione è, infatti, sia un veicolo di educazione alimentare, sia un momento di integrazione tra i bambini coinvolti. Siamo felici di poter rinnovare anche quest’anno la collaborazione con la Croce Rossa Italiana, nostro fondamentale partner nella realizzazione di questo progetto e con il quale condividiamo un percorso di obiettivi sempre in crescita: proprio per questo, nel 2020, aggiungeremo una quinta e fondamentale tappa al nostro percorso di sostegno di bambini e famiglie, aprendo un nuovo Breakfast Club”.

“Siamo orgogliosi di poter proseguire e rafforzare la collaborazione con Kellogg – dichiara Gabriele Bellocchi Vice Presidente CRI e Rappresentante Nazionale dei Giovani – Il progetto Breakfast Club è un importante strumento sia per la per la promozione e la tutela della salute dei più piccoli, sia per favorire l’inclusione sociale loro e delle loro famiglie. Inoltre, grazie al rapporto che si va a instaurare con i volontari CRI, i bambini hanno la possibilità di scoprire il mondo del volontariato. Un’occasione concreta per educare ai valori della solidarietà e un esempio tangibile della promozione di stili di vita corretti”.