SEGUICI SU
Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

Benessere animale: acquisti solo da galline allevate a terra.

L’azienda di Parma, in prima linea sul fronte del benessere animale, annuncia che tutte le uova utilizzate dal Gruppo nel Mondo – ben 24.000 tonnellate ogni anno – da oggi sono acquistate solo da allevamenti di galline a terra. Appena qualche mese fa Barilla si è confermata l’azienda italiana posizionata più in alto nel benchmark globale sul benessere degli animali da allevamento stilato da BBFAW con il supporto di CIWF e World Animal Protection.

Il Gruppo Barilla diventa 100% cage - free per tutte le filiere uova del Gruppo e in tutte i Paesi in cui opera, dopo aver completato l’ultima transizione negli Stati Uniti, in Turchia e in Brasile. Una grande soddisfazione per l’azienda di Parma che ha raggiunto questo risultato con un anno di anticipo rispetto ai propri obiettivi. Il Gruppo Barilla utilizzerà quindi esclusivamente uova da allevamento a terra, in linea con la propria mission Buono per te, buono per il Pianeta.

BENESSERE ANIMALE: COSA SIGNIFICA IN BARILLA?

In Barilla vengono utilizzate ogni anno circa 24.000 tonnellate di uova, provenienti da quasi 2 milioni di galline. Per questo il Gruppo ha ritenuto importante definire delle Linee Guida sul Benessere Animale: al fine di garantire che qualsiasi animale coinvolto nelle filiere venga rispettato in quanto tale e possa godere delle libertà primarie. Barilla inoltre collabora con tutti i for­nitori di materie prime di origine animale affinché applichino elevati stan­dard sul benessere animale ed è impegnata pubblicamente a non testare materie prime e prodotti sugli animali, né direttamente né indirettamente.

Il GRUPPO BARILLA PRIMA AZIENDA ITALIANA NEL BBFAW

Un impegno premiato. Nel 2019, infatti, Barilla si è confermata l’azienda italiana, tra le 8 analizzate, posizionata più in alto nel benchmark globale sul benessere degli animali d’allevamento BBFAW (Business Benchmark on Farm Animal Welfare). Realizzato con il supporto di Compassion in World Farming e World Animal Protection, il benchmark globale sul benessere animale BBFAW ha analizzato quest’anno 150 aziende alimentari, fornendo un rapporto annuale su come questi leader di settore a livello mondiale gestiscano e comunichino le proprie policy e pratiche in tema di benessere degli animali d’allevamento. Oggi il benessere animale diventa sempre più un driver competitivo per le aziende alimentari e rappresenta un fattore importante per assumere una posizione di leadership nel settore.