SEGUICI SU
Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

Una serie di iniziative green a salvaguardia dell'ambiente.

Dall’eliminazione delle stoviglie in plastica nei punti vendita, all’introduzione di soluzioni infrastrutturali per ridurre l’impatto ambientale, passando per numerose proposte eco-friendly: ecco come si declina l’impegno di Unes verso l’ambiente.

Ridurre l’utilizzo della plastica, diminuire l’impatto ambientale e sensibilizzare i consumatori a una spesa più consapevole: sono questi gli obiettivi di Progetto Zero, una serie di iniziative messe in campo da Unes a salvaguardia dell’ambiente.

ZERO PLASTICA A TAVOLA

Unes, che ha fatto della sostenibilità e delle tematiche green due dei punti cardine della sua filosofia, è impegnata da tempo nella lotta alla plastica e, dal mese di giugno, ha dato il via all’eliminazione delle stoviglie in PET monouso dai propri punti vendita, in anticipo sull’obbligo di legge e sulle iniziative promosse da Federdistribuzione. Mercoledì 26 giugno, infatti, ha inaugurato a Codogno (Lodi) - nella foto in alto - il primo U2 Supermercato che venderà unicamente stoviglie monouso biodegradabili e compostabili. Unes punta a eliminare quelle tradizionali da tutti i propri punti vendita entro la fine del 2019, a dimostrazione del proprio impegno verso un mondo plastic free.

ZERO SPRECO E ZERO PLASTICA NUOVA

Non solo, di recente Unes ha lanciato la nuova linea ecologica di prodotti per la cura della casa e del bucato, Green Oasis Casa, formulati partendo da materie prime di origine vegetale e consigliati da Legambiente. I flaconi sono realizzati con plastica di seconda vita e la formula concentrata dei detergenti consente l’utilizzo di una minore quantità di prodotto, evitando gli sprechi. Inoltre, le confezioni sono più piccole e hanno un minor impatto ambientale, poiché richiedono meno plastica e viene emessa meno CO2 per il loro trasporto.

UNES PER L’AMBIENTE

Il gruppo Unes è da sempre pioniere in campo green tanto che, nel corso degli anni, è sceso in campo più volte con progetti innovativi: ad esempio, ha eliminato i sacchetti di plastica sostituendoli con quelli biodegradabili e compostabili e con borse in TNT riutilizzabili, prima che diventasse obbligo di legge; ha eliminato il tradizionale imballo in plastica dalle confezioni d’acqua minerale a marchio privato, permettendo di risparmiare ogni anno più di 480 camion di PET da smaltire; ha introdotto, in numerosi punti vendita le macchine compattatrici per il riciclo delle bottiglie in plastica che premiamo il cliente virtuoso restituendogli un centesimo da scontare sulla spesa per ogni bottiglia consegnata.

Inoltre, ha adottato, in anticipo rispetto ad altri player della GDO, soluzioni infrastrutturali volte a ridurre i consumi energetici: in numerosi store, sono presenti impianti che permettono di recuperare il calore dei banchi frigoriferi per il riscaldamento del negozio, evitando totalmente l’utilizzo di gas metano e riducendo le emissioni di CO2. Sono state installate ante frigo di chiusura per evitare le dispersioni termiche e sono presenti impianti luci intelligenti a basso consumo che permettono un consistente risparmio di energia elettrica.

Infine, U2 Supermercato non stampa e non distribuisce volantini, evitando così lo spreco di carta, e propone le colonnine per la ricarica delle auto elettriche, incoraggiando una mobilità più sostenibile.