SEGUICI SU

Risparmio idrico, precision farming ed un mais di altissima qualità sono i plus del protocollo che ha ricevuto il premio Innovazione di Confagricoltura.

Grandi novità per Combi Mais 7.0 Evolution, l’innovativo protocollo di coltivazione sostenibile in grado di semplificare il lavoro degli operatori ed ottenere più produttività, qualità, redditività nella produzione di granella di mais per uso alimentare e zootecnico. Il concept di Combi Mais nasce per alimentare un processo di miglioramento continuo nella coltivazione privilegiando un approccio multidisciplinare, grazie all’intervento di un team di partner che, ognuno nel suo ambito di intervento, contribuisce ad ottenere la miglior qualità possibile di mais per il consumo umano e zootecnico.

ADAMA, multinazionale in fornitura di agrofarmaci e MASCHIO GASPARDO, in produzione di attrezzature agricole hanno deciso di aderire al progetto Combi Mais. Insieme agli “storici” partner NETAFIM, SYNGENTA, UNIMER, CIFO, DEUTZ-FAHR, TOPCON AGRICULTURE la squadra si amplia a 8 società tutte leader nei rispettivi settori.

Combi Mais si conferma un modello ideale in materia di precision farming e dimostra la sua propensione all’innovazione, selezionando una granella di altissima qualità dal punto di vista nutrizionale, grazie all’alto tenore di polifenoli antiossidanti. Inoltre, grazie alle soluzioni di ultima generazione per l’irrigazione a goccia e la micro-irrigazione, è possibile un affidabile calcolo della water use efficiency, importante misuratore di sostenibilità del progetto in ottica di risparmio idrico. Nel 2019 la formula vincente di Combi Mais ha ottenuto il prestigioso riconoscimento del Premio Innovazione in Agricoltura, a livello nazionale. Oltre che della qualità, continua anche la sfida della profittabilità di Combi Mais, che negli anni scorsi è sempre stata straordinariamente migliore del benchmark del territorio - obiettivo da raggiungere anche con la produzione di materia prima per la filiera animale. Commenta Mario Vigo, presidente di Innovagri: “Ricerca, innovazione, qualità e sostenibilità sono alla base di una moderna agricoltura, in grado di superare questo difficile momento”.

IL NUOVO PROTOCOLLO

Il format di Combi Mais conferma l’utilizzo di metodologie all’avanguardia sempre più sofisticate messe a punto dai partner del progetto:

• Digital Farming: in qualità di leader nell’irrigazione di precisione, NETAFIM incentiva l’adozione di massa di soluzioni di irrigazione intelligenti per fronteggiare la scarsità di acqua, terre coltivabili e cibo nel mondo. Con il Digital Farming, tutte le fasi cruciali della coltura, dalla preparazione del letto di semina sino alla mappatura della produzione, sono monitorate costantemente, pianificando irrigazione e fertirrigazione secondo i dati raccolti in tempo reale per un uso efficiente di tutte le risorse, massimizzando così il ritorno sull’investimento e minimizzando gli sprechi. I dati rilevati tramite sensori in campo vengono elaborati tramite unità di controllo remote, analizzati e confrontati in cloud con modelli colturali dinamici per la somministrazione automatizzata, puntuale e mirata di acqua e sostanze nutritive in subirrigazione, direttamente all’apparato radicale del mais. Grazie al monitoraggio e all’analisi in tempo reale, si ottengono così previsioni sul raccolto e notifiche immediate sulle variazioni operative e agronomiche che permettono la migliore irrigazione e fertirrigazione in base alle necessità del mais.

SYNGENTA ha proposto due linee di ibridi (food e feed); in particolare con l’ibrido SY IMPULSE, si ottiene una granella di ottimo valore nutrizionale grazie all’alto tenore di polifenoli antiossidanti (Xantofille).

• Un apporto nutrizionale ancora più mirato per mettere la genetica nelle migliori condizioni di performance sia fisiologica che produttiva. Tutto questo è possibile grazie alla nutrizione con i concimi organo-minerali ad elevata efficienza UNIMER, concimi in perfetta sintonia con le nuove direttive europee in materia di nutrizione vegetale, ricchi di prezioso Carbonio organico umificato che protegge gli elementi nutritivi e li rende disponibili al momento giusto, mitigando gli effetti delle anomalie climatiche degli ultimi anni. Oltre ai già collaudati MICROLIFE (ammendante bio arricchito di consorzio microbico per il miglioramento del suolo) e ai concimi organo-minerali FLEXIFERT 10.0.20 e SUPER AZOTEK N32 in minicubetti, quest’anno sarà introdotta la novità che all’atto della lavorazione in sarchiatura viene distribuito SUPER AZOTEK N32 nella nuovissima forma granelli, adatta agli spandimenti di precisione, un concime organo-minerale ad elevato contenuto di carbonio organico umificato, ideale per la concimazione azotata del mais specialmente in zone soggette alla “Direttiva Nitrati”, che unisce le caratteristiche dei diversi tipi di azoto di sintesi con quelle proprie dell’azoto organico.

• Trattamento fogliare con azione “antistress” e difesa dalle malerbe per migliorare la qualità del raccolto: il diserbo sarà effettuato con prodotti di ADAMA; insieme ai prodotti per il diserbo verrà distribuito SINERGON PLUS: questo prodotto CIFO è un biostimolante con funzione di antistress che, apportando energia, permette alle piante di continuare lo sviluppo anche dopo il trattamento. In seguito Sinergon Plus insieme a KS 64 applicati al trattamento piralide favoriscono accumulo di amido rafforzando l’effetto “stay green”; in questo modo si esalta il potenziale genetico del mais in campo.

• GPS e Sensoristica per una semina ad altissima precisione La seminatrice telescopica con interfila variabile MONICA ISOTRONIC (dotata di elementi di semina con trasmissione elettronica per la semina di precisione) fornita da MASCHIO GASPARDO è un punto di riferimento di agricoltori e contoterzisti per colture a diversa interfila. La seminatrice è abbinata alla trattrice DEUTZ-FAHR AGROTRON 6165 equipaggiata con un motore DEUTZ 6.1 che consentono di ottenere la massima produttività nel proprio lavoro, completamente rinnovato in termini di impatto ambientale e rapporto costo-prestazioni. TOPCON AGRICULTURE, installerà sulla trattrice il sistema di agricoltura di precisione in grado di gestire contemporaneamente la guida per l’effettuazione di semina, concimazione ed irrorazione guidate dal GPS, nonché per la raccolta dati (mappatura della produzione) che serviranno per comprendere quali sono i fattori produttivi che limitano od esaltano il risultato finale.

• Trattrice “green” DEUTZ-FAHR AGROTRON 6165. La nuova Serie 6 è equipaggiata con un motore DEUTZ 6.1 che consente di ottenere la massima produttività nel proprio lavoro. Il nuovo motore è più reattivo e, nel contempo, il consumo di carburante è stato ridotto.

• Sostegno alla biodiversità: il bordo Operator Pollinator di Syngenta già dimora da diversi anni in parti della coltivazione e continuerà a garantire la fioritura scalare delle varie essenze per favorire la riproduzione di insetti pronubi e ospitare mammiferi di piccola taglia, confermando che agricoltura intensiva e biodiversità possono coesistere.

Resta inoltre confermato l’ambizioso obiettivo di ottenere 20 tonnellate di granella di mais ad ettaro, sano dal punto di vista delle micotossine.

Si segnala inoltre che il coordinamento di tutti gli step delle attività è stato affidato alla sapiente regia del prestigioso Istituto di Agronomia dell’Università di Torino, guidato dal Professor Amedeo Reyneri; altra novità di quest’anno è l’importante collaborazione con l’Università di Milano, grazie al lavoro di tesi del laureando Mauro Tanchella a tema “IRRIGAZIONE DI PRECISIONE DEL MAIS A GOCCIA IN PIANURA PADANA”, che esplorerà l’utilizzo efficiente della risorsa idrica con riferimento al fabbisogno del mais in pianura padana, con riferimento ai sistemi di Digital Farming applicati all’irrigazione a goccia.

I partner sono NETAFIM, leader mondiale nello sviluppo, produzione e commercializzazione di soluzioni per l’irrigazione a goccia e la micro-irrigazione; SYNGENTA, una delle principali aziende dell'agro-industria mondiale, che ha selezionato la gamma di ibridi per la produzione della granella ed i prodotti per la protezione della coltura; UNIMER, leader italiano nella produzione di fertilizzanti solidi a valenza ambientale per la nutrizione organo-minerale; CIFO, azienda storica, specializzata nella nutrizione localizzata alla semina, fertirrigazione e biostimolante fogliare; DEUTZ-FAHR, per la fornitura della trattrice; TOPCON Agriculture, per il sistema di agricoltura di precisione in grado di gestire la guida della trattrice; ADAMA, tra le società leader a livello internazionale nella fornitura di agrofarmaci; MASCHIO GASPARDO, multinazionale leader nella produzione di attrezzature agricole per la lavorazione del terreno, la semina, il trattamento delle colture, la manutenzione del verde e la fienagione.